Come si sceglie un buon impianto d’allarme?

casa-sicura

Certo, di opinioni antifurto ed opinionisti più o meno affidabili son pine le fosse, per usare una citazione erudita, ma quale dovrebbe essere secondo voi il percorso da seguire per pervenire alla scelta di un ottimo impianto d’allarme che concentri innovazione tecnologica, prezzo e facilità d’installazione?

E’ sicuramente una domanda complessa, alla quale con molta faciloneria si potrebbe rispondere che basta entrare in un negozio e lasciarsi guidare nella scelta da chi ne sa certamente più di noi.Ma, come anticipato in premessa, di opinioni antifurto ce ne sono tante quanti sono coloro che li producono e li installano.

Una scelta coscienziosa a nostro parere deve essere il risultato di una adeguata documentazione a monte sull’argomento, magari condivisa con chi già ha un impianto d’allarme, tanto per capire quali sono, ad esempio i punti deboli del sistema, quelli insomma da curare con maggiore attenzione.

Detto questo, la rete costituisce come tutti noi sappiamo una fonte inesauribile di conoscenza, a volte seria e tante volte di parte ma, in ogni caso in grado di condurre alla valutazione di un argomento con discreta approssimazione. Approfondire sui forum è poi sicuramente una mossa azzeccata, vuoi per l’indipendenza dell’informazione da condizionamenti di parte vuoi per la disponibilità infinita di argomenti.

La prima cosa da ricercare con attenzione e, credete, costituisce il fondamento di ogni scelta intelligente, è quella di saper riconoscere venditori seri ed affidabili, in grado soprattutto di assistere i propri clienti per molto tempo.

Allora come dicevamo, dopo aver raccolto quante più informazioni e pareri possibili sull’argomento, sarà più facile tuffarsi nella rete e nelle sue infinite possibilità di scelta ed indubbiamente tra un commento e l’altro non sarà difficile scorgere opinioni casasicura.

Guardando con occhio critico, ciascuno di voi potrà individuare ma, soprattutto, confrontare tra loro i prodotti di marche diverse che sembrano simili ma potrebbero nascondere diversità difficili da riconoscere ad un occhio meno esperto.

Programmando le vostre necessità in base alle caratteristiche costruttive dell’immobile da tutela, a questo punto basterà scegliere il tipo di tecnologia (wireless, filare o mista) per adottare sensori ad infrarossi con rilevatori di movimento per le aree di passaggio, sensori magnetici per tutti gli infissi e quant’altro ritenuto necessario in un universo infinito di soluzioni tecnologicamente evolutissime.

Se siete oramai in grado di badare a voi stessi in questo campo ad esempio potreste anche lanciarvi in una sfida più complessa, realizzando ad esempio un buon impianto di videosorveglianza su aree da voi individuate come maggiormente delicate, adottando magari le notissime BATCAM, telecamere, per la prima volta nella storia, senza alcun tipo di collegamento e con batterie di auto alimentazione che durano un’infinità.

Basta saper scegliere, come vedete, per realizzare da soli e sul web il vostro impianto di allarme personalizzato.