L’importanza delle costruzioni in acciaio nelle zone sismiche

costruzioni in acciaio

In Italia le prime norme sismiche sono state introdotte con la Legge dei 1971 e del 1974 dopo qualche anno dal terremoto in Friuli, motivo per il quale era stata introdotta una classificazione generica che suddivideva le aree a basso rischio da quelle ad alto rischio del territorio italiano.

È proprio “grazie” agli eventi sismici che arrivò in Italia la prima proposta di riclassificazione della mappatura sismica nel 1998 ma che non ebbe alcun riscontro normativo se non a seguito del catastrofico evento sismico del 2002, il terremoto di San Giuliano di Puglia.

Gli eventi degli ultimi anni hanno portato a radicali cambiamenti delle normative che regolavano sia la mappatura delle zone sismiche nel territorio ma soprattutto introducevano criteri progettuali e le norme che regolavano le tecniche di costruzione degli edifici.

Solo dopo il terremoto dell’Aquila del 2009 si contribuì a rendere definitive le normative da rispettare per la costruzione degli edifici, sostituendo tutte le classificazioni sismiche ormai obsolete.

Le strutture realizzate in acciaio riuscirebbero a garantire la possibilità di assorbire l’energia del sisma, utilizzando le riserve plastiche del materiale. L’acciaio potrebbe essere il materiale idoneo nella costruzione di edifici antisismici, tramite l’utilizzo di strategie volte a rendere meno onerosi tali tecniche rispetto all’utilizzo di ulteriori materiali di costruzione.

costruire con l'acciaio in zona sismica

costruire con l’acciaio in zona sismica

Gli edifici realizzati in acciaio con un peso decisamente inferiore rispetto ai materiali utilizzati per costruzioni tradizionali, riducono l’entità delle forze inerziali generate dal sisma garantendo quindi una più efficace azione anti sismica.

L’acciaio è la giusta sintesi tra l’architettura e l’ingegneria, tramite il quale è possibile realizzare investimenti che potrebbero essere realmente vantaggiosi nel tempo. La caratteristica dell’acciaio dalla sua elasticità alla malleabilità, riesce ad esaltare ogni progetto architettonico inoltre è in grado di sfruttare le prestazioni di ulteriori materiali costruttivi accrescendo le sue qualità, come l’utilizzo del vetro per esaltarne le trasparenze.

La crisi del settore immobiliare degli ultimi anni ha decisamente contribuito ad una possibile crescita dell’uso dell’acciaio per la realizzazione delle costruzioni, come materiale primario efficiente, efficace ma soprattutto sicuro.

L’edilizia italiana però è in continua evoluzione pronta a rispondere alle richieste del mercato immobiliare, al fine di garantire strutture sempre più efficienti ma soprattutto sicure, le costruzioni in acciaio rappresentano l’innovazione per una direzione verso il futuro. Scelta dovuta soprattutto in base alle caratteristiche del metallo, dalla sua sicurezza, alla rapidità costruttiva, ma anche la leggerezza oltre che per l’evoluzione negli anni delle tecniche di lavorazione del materiale.